Rassegna

STAMPA

VINCENZO CECCARELLI

VINCENZO CECCARELLI

Il Consiglio Regionale in seduta solenne ricorda Carlo Azeglio Ciampi

Ceccarelli (Pd): “Fu uomo del tricolore e dell’Europa. Amò Livorno e la Toscana”

Consiglio regionale della Toscana riunito in seduta solenne, questa mattina, per ricordare Carlo Azeglio Ciampi nel giorno del centenario della sua nascita nel 1920 a Livorno. Presidente della Repubblica dal 1999 al 2006, segretario generale, direttore generale e infine governatore della Banca d’Italia, Ciampi fu anche presidente del Consiglio tra il 1993 il 1994 e ministro del Tesoro del Governo Prodi.

“Carlo Azelio Ciampi – ha detto Vincenzo Ceccarelli, Capogruppo Pd, intervenendo in aula – fu l’uomo del tricolore e dell’Europa. Ciampi ha restituito a tutti gli italiani l’orgoglio della patria, della bandiera e dell’unità nazionale, lungo il filo conduttore che unisce Risorgimento, Resistenza e Repubblica. E’ stato un perfetto interprete di quella voglia di ritrovare l’orgoglio di essere italiani che alla fine degli anni ’90 consentì all’Italia di entrare a testa alta nella nuova moneta unica europea.”

“Fu proprio Ciampi, da Ministro del Tesoro del Governo Prodi, a condurre quell’ardita scommessa che vide gli italiani impegnati a fare un grande sacrificio che consentì di ridurre il deficit dal 7% al 2,7% in un solo anno permettendo al nostro paese di stare in Europa da protagonista – ha continuato Ceccarelli – quel risultato storico non arrivò per caso, bensì dall’aver operato tutti insieme, per cercare di affermare la dignità dell’Italia. Carlo Azelio Ciampi e quel governo seppero vincere la sfida che l’Europa ci aveva messo di fronte, con autorevolezza e con concretezza, grazie alla condivisione del popolo italiano.”

“Il 1997 –  ha sottolineato il Capogruppo dem in aula – ricorda per certi versi l’anno che stiamo vivendo.  Il nostro governo ha saputo giocare una partita importante sui tavoli europei. Quella che abbiamo di fronte è una occasione unica e irripetibile grazie a quello che in Italia continuiamo a chiamare Recovery found, mentre in tutta Europa è noto come “Next generation Eu”. Per saperla utilizzare al meglio, al nostro paese servono la tenacia, la determinazione e la coesione che Ciampi seppe creare intorno al suo lavoro e che ha sempre raccomandato al paese.”

“Carlo Azelio Ciampi – ha concluso Ceccarelli – ha sempre mantenuto un saldo rapporto con la sua città, Livorno, e quindi con la Toscana, seguendo con la discrezione che gli era propria tutte le vicende che la riguardavano, da quelle economiche a quelle calcistiche. Quindi con piacere e con orgoglio partecipiamo a questa celebrazione di un grande toscano e di un grande italiano.”

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest